area clienti

Procedura per l’accesso alla decontribuzione 2014

14 Agosto 2015

Come già evidenziato con precedente news, il decreto ministeriale dell’8 aprile 2015 ha regolamentato la decontribuzione per l’anno 2014, fornendo i parametri necessari per l’applicazione dello sgravio contributivo introdotto dall’art. 1, co. 67, l. 247/07 in favore della retribuzione premiale prevista dalla contrattazione di II livello (aziendale o territoriale).

Sotto il profilo procedurale, inoltre, il decreto ha confermato le indicazioni relative agli anni passati, demandando (come di consueto) all’Inps la fissazione di un termine unico per la presentazione telematica delle domande.
Con il recente messaggio n. 5302 del 12 agosto 2015, l’Inps ha, pertanto, ottemperato a tale mandato, comunicando che le domande utili a richiedere lo sgravio per l’anno 2014 potranno essere trasmesse via internet – sia singolarmente che tramite i flussi  XML – a partire dalle ore 15.00 di mercoledì 26 agosto 2015 alle ore 23.00 di giovedì 24 settembre 2015.
L’Istituto ha, inoltre, precisato che, al fine di consentire la verifica e l’eventuale aggiornamento delle domande inviate, sarà possibile annullare e trasmettere nuovamente le domande fino alle ore 23.00 di venerdì 25 settembre 2015.

Si rammenta, per completezza, che, ai fini della fruizione dello sgravio  contributivo, i contratti collettivi aziendali o territoriali, ovvero di secondo livello, devono:
a) essere sottoscritti dai datori di lavoro e depositati, qualora il deposito non sia già avvenuto, a cura dei medesimi datori di lavoro o dalle associazioni a cui aderiscono, presso la Direzione territoriale del lavoro entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto;
b) prevedere erogazioni correlate ad incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa, oltre che collegate ai risultati riferiti all’andamento economico o agli utili della impresa (o, per le intese territoriali, delle imprese del settore sul territorio) o a ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale.

Potrebbe interessarti anche
Fisco, welfare e previdenza
Indennità una tantum: più tempo per i datori di lavoro. I chiarimenti dell’INPS
Nelle ultime settimane, l’indennità una tantum (di importo pari a 200 euro) p...
4 min
Fisco, welfare e previdenza
Ricarica gratuita per auto elettriche private dei dipendenti e welfare aziendale
Con nota 329/2022 l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello formula...
2 min
Fisco, welfare e previdenza
Assegno Unico Universale ed esonero CUAF, arrivano i chiarimenti dell’Inps
Con il messaggio numero 1921/22, l’Inps è intervenuto ad analizzare l’impat...
1 min
Fisco, welfare e previdenza
“Quota 102", una circolare Inps dà chiarimenti
Con la circolare n. 38/2022 l’INPS ha fornito i primi chiarimenti in merito al...
1 min
Fisco, welfare e previdenza
Assegno Unico Universale ed esonero CUAF: dubbi ancora non risolti, si attende pronuncia Inps
Dal 1° marzo è operativo l’Assegno Unico Universale (AUU), prestazione previ...
2 min