“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

11 Maggio 2021

Congedo Covid per i genitori: al via la presentazione telematica delle domande

Con recente messaggio n. 1752 del 29 aprile 2021 – facendo seguito ai precedenti chiarimenti forniti sul tema con messaggio n. 1276 del 25 marzo u.s. e circolare n. 63 del 14 aprile u.s. – l’Inps informa dell’avvenuta attivazione della piattaforma telematica per la compilazione e l’inoltro delle domande di “Congedo 2021 per genitori”.

Tale congedo, è stato introdotto dall’art. 2 d.l. n. 30/2021 in favore dei lavoratori dipendenti genitori di figli conviventi minori di anni 16 o, a prescindere dall’età anagrafica e dalla convivenza, di figli portatori di handicap grave “per un periodo corrispondente in tutto o in parte alla durata della sospensione dell’attività didattica in presenza del figlio, alla durata dell’infezione da SARS Covid-19 del figlio, nonché alla durata della quarantena del figlio[…]” o della chiusura del centro a carattere assistenziale in cui il figlio disabile è ospitato.

Esso è retribuito (con un’indennità in misura pari al 50% della normale retribuzione) solamente nel caso in cui il figlio per il quale se ne richiede la fruizione non abbia più di 14 anni; di contro, nel caso di età del figlio compresa tra i 14 e i 16 anni, il congedo – seppur concesso, al ricorrere di tutti i requisiti – non è retribuito o indennizzato, né coperto da contribuzione figurativa.

Fermi i necessari requisiti e le condizioni per la fruizione del congedo (analizzati con precedenti approfondimenti consultabili al seguente link), per quanto specificamente attiene alla procedura telematica, si evidenzia che le domande potranno essere presentate dagli aventi diritto esclusivamente in modalità telematica tramite:

  • portale web dell’Inps, accedendo con le credenziali in possesso all’area relativa ai servizi offerti dall’istituto per presentare le domande di “Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata”;
  • contact center integrato;
  • istituti di Patronato, utilizzando i servizi messi gratuitamente a disposizione dagli stessi.

Nel messaggio in esame, peraltro, l’Inps rammenta che – senza necessità di un previo annullamento della domanda – sarà possibile convertire nel congedo in oggetto eventuali precedenti periodi di congedo parentale ordinario (o di prolungamento dello stesso) di cui agli artt. 32 e 33 del d.lgs. 151/2001 (T.U. sulla maternità), fruiti dal 1° gennaio u.s. e sino al 12 marzo u.s. (data di entrata in vigore del citato d.l. n. 30/2021) e che parimenti  “possono essere convertiti, inoltre, attraverso la procedura online, anche i periodi di congedo parentale fruiti dall’entrata in vigore della norma […] e fino al 28 aprile, giorno antecedente la data di rilascio della procedura telematica di cui al presente messaggio”.

A far data dallo scorso 29 aprile u.s., è quindi possibile presentare (formalmente) le domande di “Congedo 2021 per genitori”, con la possibilità peraltro – come chiarito dall’Istituto con la precedente circolare n. 63/2021 sopracitata – di integrare in un secondo momento la domanda nel caso in cui il richiedente, all’atto della compilazione, non disponesse già di tutte le documentazioni che danno diritto al congedo stesso (quali, a titolo esemplificativo, il provvedimento dell’ASL territorialmente competente che abbia disposta la quarantena del figlio).

Congedo Covid per i genitori- al via la presentazione telematica delle domande

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend