“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

28 Settembre 2021

Certificazioni in materia di esonero dalla vaccinazione e dal green pass

La recente Circolare del 25 settembre 2021, prot. 43366 del Ministero della Salute  proroga sino al 30 novembre 2021 le vigenti indicazioni in materia di certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19 (la cui scadenza era fissata per il 30 settembre p.v.), chiarendo inoltre che i certificati già rilasciati non dovranno essere rinnovati “salvo i casi in cui le stesse contengano dati del soggetto interessato, ulteriori rispetto a quelli indicati per la loro compilazione, a carattere sensibile (es. motivazione clinica della esenzione)”.

Rimangono valide, quindi, le disposizioni contenute nella precedente Circolare 4 agosto 2021, prot. 35309, secondo cui le certificazioni di esenzione sono rilasciate direttamente dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale.

Esse contengono un numero assolutamente limitato di dati personali e sensibili (dati identificativi, data di fine validità, dati relativi al Servizio vaccinale in cui il medico opera come vaccinatore, nonché la dicitura “soggetto esente alla vaccinazione anti SARS-CoV-2. Certificazione valida per consentire l’accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3 del DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n 105”) e possono essere rilasciate anche mediante le piattaforme regionali già preposte al rilascio di certificati vaccinali e di inidoneità alla vaccinazione.

Non tutti i medici, pertanto, possono disporre l’esonero dalla vaccinazione, ma, come chiarito anche da alcune regioni (cfr. Regione Emilia-Romagna, circ.  05/08/2021.0716410; Regione Puglia, circ. 26/08/2021.0005884), solamente i “medici vaccinatori”, siano essi appartenenti agli Enti del SSN, ovvero medici convenzionati.

La nuova circolare assume una particolare importanza in relazione ai recenti decreti legge n. 122 del 10 settembre 2021 e n. 127 del 21 settembre 2021, già oggetto di approfondimenti in precedenti news, che – nell’introdurre l’obbligo vaccinale (nelle strutture socio-sanitarie ed assistenziali, dal 10 ottobre p.v.) e di green pass (in tutti i luoghi di lavoro, dal 15 ottobre p.v.) – esonerano tuttavia i soggetti esenti dalla campagna vaccinale “sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute”.

Ed infatti, la proroga sino a novembre delle attuali modalità di rilascio dei certificati (la cui scadenza era stabilita per il 30 settembre 2021), rende questi ultimi utili anche per individuare i soggetti che saranno esonerati da tali obblighi (di vaccinazione o di green pass) ai sensi delle disposizioni sopra richiamate, come d’altronde recentemente confermato dal Governo mediante le proprie FAQ ufficiali.

I lavoratori in possesso della certificazione di esenzione, pertanto, potranno avere accesso ai luoghi di lavoro ed alle strutture socio-sanitarie-assistenziali anche in assenza di green pass o di vaccinazione, salve diverse valutazioni in sede di sorveglianza sanitaria.

Certificazioni in materia di esonero dalla vaccinazione e dal green pass
Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend