area clienti

Siglato l’accordo ponte ARIS per il personale dei Centri di Riabilitazione e le RSA

Descrizione

Dopo una trattativa complessa è stata raggiunta l’intesa per i lavoratori dei Centri di Riabilitazione e delle RSA. Ne dà notizia Giovanni Costantino, Capodelegazione ARIS, precisando che si tratta di <<un risultato di enorme importanza, che garantisce incrementi retributivi a tutto il personale e ristabilisce, dopo oltre 11 anni, l’unità sindacale>>.

Con la ratifica del Consiglio Nazionale Aris, avvenuta oggi 25 gennaio, l’accordo ponte per i lavoratori di questi settori rappresenta un passo in avanti verso il contratto unico di settore <<che consentirà – ha precisato il giuslavorista – alle strutture di area territoriale una maggiore rilevanza a livello nazionale>>.

Una intesa che regolamenta anche la formazione in materia di sicurezza sul lavoro, estendendo la possibilità di ricorrere alle modalità e-learning e introducendo alcune specifiche causali per il contratto a tempo determinato.

<<In particolare – conclude Costantino – consentirà di assumere a termine i lavoratori sanitari e sociosanitari con un titolo straniero non riconosciuto in Italia. Si rende così operativa la vigente normativa sul reclutamento temporaneo di questi professionisti, rimuovendo ogni criticità interpretativa in materia>>