“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Licenziamento

Il ritardo nella comunicazione della sanzione disciplinare comporta conseguenze di tipo risarcitorio

La Suprema Corte di Cassazione con l’interessante recente ordinanza n. 27935 del 13 ottobre u.s., si è pronunciata in merito alle conseguenze derivanti dal mancato rispetto dei tempi per l’adozione dei provvedimenti disciplinari, con particolare riferimento a qua...

Licenziamento del lavoratore che oltraggia la propria azienda su Facebook

Con la precedente news del 21 settembre 2018, è stato affrontato il tema della legittimità o meno del licenziamento del lavoratore che pubblica su Facebook post offensivi nei confronti dell’azienda per cui lavora.

La Consulta si esprime sulle conseguenze dell’illegittimità del licenziamento comminato per motivi economici

L’art. 18, 7 ° comma, dello Statuto dei Lavoratori (come modificato dalla Riforma Fornero) stabilisce che nel caso in cui sia accertata la manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, il giudice “può” appl...

Il Decreto Sostegni bis rimodula il divieto di licenziamento.

Tra le maggiori novità introdotte dal decreto legge n. 73/2021 (c.d. “Decreto Sostegni bis

Licenziamento orale ed onere della prova

In materia di licenziamento orale ed onere della prova la Corte di Cassazione, già con la sentenza n. 3822/2019, nel ribadire il principio in virtù del quale chi impugna un licenziamento, deducendo che sia stato realizzato senza il rispetto della forma scritta, ha l...

Anche la Corte di Giustizia Europea salva la “doppia” disciplina dei licenziamenti collettivi

Con la recente sentenza del 17 marzo 2021 la Corte di Giustizia UE si è pronunciata sulle questioni pregiudiziali sollevate dal Tribunale di Milano con ordinanza del 5 agosto 2019 (si cfr.

Il Tribunale di Ravenna conferma che rientrano nel blocco dei licenziamenti anche quelli dovuti a sopravvenuta inidoneità

A distanza di quasi un anno dal blocco dei licenziamenti per giustificato motivo oggettivo disposto dall’art. 46 del decreto “

La Consulta boccia le censure sui licenziamenti collettivi.

È del 4 novembre u.s. il comunicato con il quale la Corte Costituzionale ha anticipato la decisione in merito alla questione di legittimità sollevata dalla Corte d’Appello di Napoli sui licenziamenti collettivi disciplinati dal cd Jobs Act, nel quale si afferma ch...

Articoli Più Letti

Send this to a friend