“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

22 giugno 2012

L’Inps e l’Enpam fanno il punto sui contributi derivanti dall’attività intramuraria.

L’Inps (ormai divenuto l’Istituto di previdenza anche per il pubblico impiego e, dunque, anche per i medici e – più in generale – per il personale del SSN) e l’Enpam (l’Ente di previdenza dei medici), con una recente circolare congiunta hanno finalmente dettato chiare indicazione in ordine alla contribuzione applicabile all’attività intramuraria, in tutte le sue declinazioni.
Come certamente noto, l’attività intramoenia è, tipicamente, quella espletata – individualmente o in equipe – dalla dirigenza sanitaria con rapporto di lavoro esclusivo, al di fuori dell’orario di lavoro e delle attività istituzionali, “in favore e su libera scelta dell’assistito e con oneri a carico dello stesso o dei fondi integrativi del SSN” (cfr. anche art. 2, comma 1, del DPCM  27 marzo 2000).

Questo contenuto è privato

Per visualizzarlo è necessario sottoscrivere uno degli abbonamenti.

 

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend