“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

07 marzo 2014

Incidenza dell’accertamento penale sul procedimento disciplinare.

Sovente giungono richieste in ordine a quale atteggiamento tenere da parte datoriale nel momento in cui un fatto, avente rilevanza disciplinare, sia sottoposto anche al vaglio del giudice penale, come pure quale incidenza abbia l’accertamento operato dal giudice penale in relazione al fatto contestato e/o che si intende contestare.
Al proposito – nel mentre si rappresenta l’esistenza di un’autonomia tra il procedimento disciplinare e quello penale, di talché non vi è (nell’ambito dell’impiego privato) alcuna obbligatoria sospensione del primo in funzione degli esiti del secondo – si evidenzia come la pronuncia penale nell’ambito del procedimento disciplinare conservi comunque una propria rilevanza.
Ciò tuttavia non si traduce in impunità per il dipendente che venga assolto nel giudizio penale per i fatti contestatigli disciplinarmente.

Questo contenuto è privato

Per visualizzarlo è necessario sottoscrivere uno degli abbonamenti.

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend