“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

11 dicembre 2015

Illegittimità del licenziamento disciplinare del dipendente demansionato.

La Corte di Cassazione – con la recentissima sentenza n. 24051 del 25 novembre 2015 – ha richiamato (avallandola sia pur per meri motivi procedurali) la sentenza n. 4673/2012 con cui la Corte d’appello di Roma aveva affermato il principio per cui il dipendente illegittimamente privato delle sue mansioni non può sostanzialmente essere licenziato in via disciplinare per essersi assentato dal lavoro senza giustificazione (sia pure per un periodo superiore a quello previsto dal ccnl applicato), in quanto la mancata attribuzione di mansioni rende irrilevante la sua presenza sul posto di lavoro.

Questo contenuto è privato

Per visualizzarlo è necessario sottoscrivere uno degli abbonamenti.

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend