“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

11 settembre 2015

Diritto alla pensione e tutela contro il licenziamento

Le Sezioni Unite della Cassazione, con la recente sentenza n. 17589 del 4 settembre 2015, sono intervenute al fine porre fine all’accesso dibattito sorto a seguito dell’entrata in vigore della l. 214/2011 (Riforma Fornero), la quale, all’art. 24 comma 4, ha previsto che il proseguimento dell’attività lavorativa dopo la maturazione dei requisiti minimi per la pensione di vecchiaia (e cioè, per il 2015, 20 anni di contribuzione previdenziale ed almeno 66 anni e 3 mesi di età anagrafica per gli uomini, ovvero 63 anni e 9 mesi per le donne) sia incentivato “dall’operare dei coefficienti di trasformazione calcolati fino all’età di settant’anni” e, conseguentemente, ha esteso fino a tale età la tutela reale contro il licenziamento prevista dall’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori.

Questo contenuto è privato

Per visualizzarlo è necessario sottoscrivere uno degli abbonamenti.

 

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend