“Punizione dei ribelli” dipinto murale realizzato tra il 1481 e il 1482 dal pittore italiano Sandro Botticelli conservato nella Cappella Sistina

Articoli

16 settembre 2016

Accertamento della simulata malattia e legittimità del licenziamento

L’accertamento della simulazione fraudolenta dello stato di malattia e la legittimità del licenziamento disciplinare conseguentemente irrogato – profilo quest’ultimo già oggetto della precedente nota del 7 luglio 2009) – risulta di rinnovato interesse alla luce della recentissima pronuncia n. 17113 emessa dalla Corte di Cassazione in data 16 agosto 2016.

Questo contenuto è privato

Per visualizzarlo è necessario sottoscrivere uno degli abbonamenti.

In conclusione, quindi, è da ritenersi legittimo il ricorso alle agenzie investigative per attuare “… il controllo finalizzato all’accertamento dell’illecita simulazione della malattia, effettuato al di fuori dell’orario di lavoro ed in fase di sospensione dell’obbligazione principale di rendere la prestazione lavorativa (cfr. Cass. n. 4984 del 2014; più di recente Cass. n. 9749 del 2016)“.

Costantino&partners

Articoli Correlati

Send this to a friend